Ortisei

Lavoro:Ipl, bene conciliazione familiare

Quanto bene gli occupati altoatesini riescono a conciliare lavoro e famiglia anche in confronto con gli altri paesi europei: questi sono i temi indagati dall'Ipl nell'ambito di un'indagine sulle condizioni di lavoro in Alto Adige. L'elaborazione dei dati mostra che il 29,3% degli intervistati (lavoratori dipendenti ed autonomi) valuta la propria conciliazione "molto buona", ed un ulteriore 55,1% la valuta "buona". L'Alto Adige si pone quindi molto vicino alla media europea. In Alto Adige il 15,9% degli uomini e il 15,3% delle donne occupate valuta invece la propria conciliazione famiglia-lavoro come "non molto buona" o "per niente buona". "L'elevata soddisfazione deriva dal fatto che le donne scelgono lavori ad alto tasso di conciliazione. Al contrario gli uomini continuano a scegliere il lavoro a tempo pieno mettendo la conciliazione in secondo piano ed avendo conseguentemente elevati tassi di soddisfazione", riporta Silvia Vogliotti, vicedirettrice dell'Ipl e autrice dello studio.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie